PDA

Visualizza la versione completa : Evento Giornaliero - 16 Lug



Ysciot
07-16-2014, 05:42 PM
http://static2.cdn.ubi.com/MM-DOC/CRC/IT/EVE2.png

Duellanti,

Nell'Evento Giornaliero di oggi, che terminerà domani alle ore 16.30, vi chiedo di dar sfogo alla vostra fantasia e di creare la storia per una nuova Campagna di DoC. In pratica, una breve storia che dia spunto e giustificazione all'inizio della stessa.

Regole:
- Dovete creare una breve introduzione ad una nuova possibile campagna single player di DoC.
- Essa può essere a qualsiasi tema (divertente, seria, misteriosa, stupida, etc...)
- Deve essere abbastanza breve (ovvero: niente cose da 50 righe)
- Potete basarvi e collegarla a quella esistente nel gioco oppure crearla totalmente da zero mantenendo i tratti dell'universo di DoC (vale a dire: usare alcuni Eroi/Personaggi come protagonisti e antagonisti, le carte di un dato mazzo per descrivere una battaglia, etc...).
- Non verrà giudicata solo l'idea o la qualità di scrittura, ma l'opera nel complesso quindi non preoccupatevi se non siete scrittori!
- Il vincitore verrà scelto tramite giudizio del team di DoC.

Premio:
A tutti i partecipanti 1 punto RSP. Al vincitore 150 Sigilli + 2 punti RSP.


Esempio:

Araldo del Nulla

Akane si inchinò sconfitta davanti al nostro comandante, nel modo formale dei Naga, ma era tutto fuorchè sottomessa. Nel profondo dei suoi occhi, il suo sguardo era disperato, assente, ma determinato. Avevo già visto quella particolare forma di infida risolutezza. Era un male che credevo sconfitto e bandito... Invece ora è tornato.
Myranda si avvicinò ad Akane per toglierle quello sguardo arrogante con la sua spada, ma Kieran intervenne. Fece ad Akane la domanda che tutti si aspettavano: "In nome di tutti i Draghi... perché?"
"Siete degli stolti, bloccati dalle vostre superstizioni e dalle vostre credenze. L'Araldo del Nulla è giunto e ci libererà tutti! Mentre voi combattevate me, lei restaurava il suo trono!"
Il sarcasmo di Akane confuse tutti tranne me. Capivo fin troppo bene il male che avevamo davanti.
Poi, in un attimo, Akane fece un balzo e afferrò la spalla di Kieran ed entrambi sparirono in un vortice oscuro che risucchiò via la luce...


Buona fortuna :)

Achnud
07-16-2014, 08:00 PM
Un uomo deve pur sempre soccombere al proprio destino e i cadaveri a stento non traboccavano dai cimiteri di tutte le città della regione intorno a Homegrown. Così il consiglio di Kieran decise che per arginare la costante crescita dei corpi fosse obbligatoria la cremazione di ogni cittadino, villico o mercante non fosse stato capace di pagare il proprio peso in oro o acciaio. "Sono decisioni difficili, ognuno dovrebbe onorare i propri morti come ritiene più giusto." lo apostrofava il vecchio connestabile di Homegrown. Parole sagge, ma che non trovavano ascolto presso un generale che presto avrebbe dovuto combattere i soldati che prima comandava: un incessante scontro che da una parte avrebbe visto lui e dall'altra la grande madre Namtaru, la feroce tessitrice, colei che tra i fili del fato aveva scorto la fine dell'umanità e la loro oscura rinascita.

Silvershark1987
07-16-2014, 09:09 PM
Alla fiera di Doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne il gattino guerriero, che si mangiò il il combattente rakshasa, che al mercato mio padre comprò
Alla fiera di Doc,per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne il mastino infernale, che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa
che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di Doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale, che morse il gattino guerriero,
che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di Doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne il fuoco dell'ira, che bruciò il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale,
che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di Doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne il muro d' acqua che spense il fuoco dell'ira che bruciò il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale,
che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne l'olifante da guerra, che bevve il muro d'acqua, che spense il fuoco dell'ira che bruciò il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale,
che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di Doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne l'assassino oscuro, che uccise l'olifante da guerra, che bevve il muro d'acqua, che spense il fuoco dell'ira che bruciò il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale,
che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di Doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E l'angelo della redenzione, sull'assassino oscuro, che uccise l'olifante da guerra, che bevve il muro d'acqua, che spense il fuoco dell'ira che bruciò il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale,
che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.


Alla fiera di doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E infine il Gazal, sull'angelo della redenzione, sull'assassino oscuro, che uccise l'olifante da guerra, che bevve il muro d'acqua, che spense il fuoco dell'ira che bruciò il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale,
che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò

Raistlin90
07-16-2014, 09:43 PM
E venne il giorno che il potente Hakeem cercatore di misteri, privato dagli dei del suo mondo del grande potere che aveva avuto fino al giorno dell'ultima espansione di guerra, si recò da Kenage maestro stratega, alla ricerca di nuove meccaniche per far sì che il suo esercito tornasse a dominare le terre selvagge. Il saggio Kenage sapeva che la sua razza stava vivendo un'era buia, fatta di sconfitte e di sopravvivenza, assalita dagli eserciti roccaforte, ondate di orchi senza scrupoli che distruggevano qualsiasi ostacolo gli si ponesse davanti, e spossata dal fuoco infernale proveniente dagli abissi più tetri. Così il maestro accettò di aiutare Hakeem, stringengendo una nuova alleanza. La veggenza del santuario e l'astuzia accademia riusciranno a prevalere sulla prepotenza e cattiveria infernale delle orde della malvagia Deleb? Domeranno la forza schiacciante dell' insensibile Acamas? E gli eroi della luce come prenderanno parte a questi avvenimenti? La bella Cassandra e la caparbia Alia come avrebbero cambiato gli equilibri? Kenage sapeva però di non potersi fidare di Hakeem.. e i suoi dubbi erano fondati..

Raistlin90
07-16-2014, 09:44 PM
Alla fiera di Doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne il gattino guerriero, che si mangiò il il combattente rakshasa, che al mercato mio padre comprò
Alla fiera di Doc,per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne il mastino infernale, che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa
che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di Doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale, che morse il gattino guerriero,
che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di Doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne il fuoco dell'ira, che bruciò il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale,
che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di Doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne il muro d' acqua che spense il fuoco dell'ira che bruciò il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale,
che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne l'olifante da guerra, che bevve il muro d'acqua, che spense il fuoco dell'ira che bruciò il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale,
che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di Doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E venne l'assassino oscuro, che uccise l'olifante da guerra, che bevve il muro d'acqua, che spense il fuoco dell'ira che bruciò il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale,
che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di Doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E l'angelo della redenzione, sull'assassino oscuro, che uccise l'olifante da guerra, che bevve il muro d'acqua, che spense il fuoco dell'ira che bruciò il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale,
che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.


Alla fiera di doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò
E infine il Gazal, sull'angelo della redenzione, sull'assassino oscuro, che uccise l'olifante da guerra, che bevve il muro d'acqua, che spense il fuoco dell'ira che bruciò il bastone di Ur-traggal, che picchiò il mastino infernale,
che morse il gattino guerriero, che si mangiò il combattente rakshasa che al mercato mio padre comprò.

Alla fiera di doc, per due soldi, un combattente rakshasa mio padre comprò

AHAHAHAHAH..... IMPAGABILE!!! =) =) =)
Grande Silver... =)

mbretiidetit7
07-17-2014, 06:15 AM
Combattere, nel mondo (anzi, in ogni mondo), non è mai stata una scelta. C'è sempre stata una ragione per combattere: onore, piacere, potere, liberta, pace, vendetta ecc,ecc, ecc. è la cosa giusta da fare? chi lo sa? esiste un giusto o un sbagliato tanto per iniziare? quello che so pero, è che posso combattere. ed anche abbastanza discretamente. quindi voglio provare le mie abilita in questo mondo di combattenti al quale appartengo. non importa il nemico, o il fato, o difficolta della battaglia, voglio combattere fino alla fine e vedere se le mie ragioni sono piu forti e piu giuste degli altri. perche alla fine, giustizia e ragione, sono cose che decidono i vincitori

fellstupid
07-17-2014, 11:15 AM
Ho trovato questa poesia e mi è sembrata perfetta per descrivere il personaggio di Akane :)

http://i57.tinypic.com/2mpeihd.png

Spolveri i ricordi e riaffiorano dei dolori...
prove che la vita ti ha "regalato" con disprezzo e sarcasmo ed oggi ti ha "donato" quest'ultimo.
I tuoi occhi lucidi... Vorresti far uscire il tuo malessere e allora cosa fai? Piangi?
No Tu no, Tu non puoi, alzati! Affronta queste prove e abbattile
sei forte...
potrai piangere dopo, ma solo dopo aver vinto la battaglia.
Ora metti l'armatura
e vai...
Ama la vita conquista la felicità per il tuo cuore per la tua anima e per far gioire i tuoi occhi

Emanuela di ruggiero

Ianadr1984
07-17-2014, 01:18 PM
<Perché lo stai facendo, Zouleika? Sai bene che, presto, arriveranno gli altri maghi dell'Accademia. Ti offro la possibilità di andartene ed evitare tutto questo!> Non era certo che le sue parole avessero avuto qualche effetto: gli occhi della rinnegata erano accecati dall'odio e dal risentimento; i pugni stretti sul bastone, carichi di violenza, non lasciavano presagire nulla di buono. Sulle labbra della donna si fece largo una risata di scherno: <Risparmiati questa scenata, Hakeem, il traditore. E'giunto il momento della mia vendetta e non permetterò a quattro vecchi accademici di privarmi del gusto di vedere il tuo sangue versato sul campo di battaglia>. In quell'attimo Hakeem capì tutto: Zouleika, la donna che un tempo aveva amato, voleva fargliela pagare per aver partecipato al Concilio che l'aveva espulsa ed allontanata dall'Accademia. <Non deve per forza finire così, morirai Zouleika!> la pregò, riluttante allo scontro. <Ti sopravvaluti sempre, Hakeem...>

phatraji
07-17-2014, 02:13 PM
La famigerata cercatrice delle anime perdute restava immobile di fronte alla sua imminente sconfitta…
La luna si tinse di un rosso innaturale,lei volse lo sguardo ad essa,le labbra chiuse unte di sangue lasciarono presto spazio ad una risata insana…con un sibilo di voce pronuncio’….la morte non e’ che l inizio….
La terra si apri’ sotto I nostri piedi,un odore acre di putrefazione invase il campo di battaglia,i vampiri si rialzarono e una nuova armata di non morti sorgeva dalle fredde terre , sconvolto girai lo sguardo cercando il volto del mio comandante,un collera arcana sfigurava il volto di Kieran un urlo straziante echeggio sopra le nostre teste,… ricacciate queste bestie senz anima nel mondo dei morti !!!
La carneficina era imminente e portava con se’ un odio senza equali.

bluekiitos
07-17-2014, 02:47 PM
La leggenda narra che un'antico male giace nelle profondità dell'Oceano di Giada, e attende di essere risvegliato per portare caos e distruzione. Gli adepti di Urgash, spietati demoni, da secoli tentano di liberare questa forza oscura.
Per farlo però è necessario sacrificare una vita pura, un umano nato con il Marchio del Caos nell'Altare della distruzione . Per prevenire l'infausto risveglio, l'imperatore ha imposto che qualsiasi bambino nato con il marchio del caos venga immediatamente giustiziato. Ma il destino mise la sua severità alla prova quando sua figlia, Evelyn, nacque con il nefasto marchio. L'imperatore non riuscì ad ucciderla, decise invece di nasconderla con la speranza che nessuno riuscirà a scoprire questo segreto. Ma la presenza del marchio fu avvertità nelle profondità degli inferi, e gli adepti di Urgash non vogliono farsi sfuggire questa opportunità. Adesso un esercito agguerrito di demoni sta attraversando l'impero dirigendosi verso il nascondiglio della giovanissima Evelyn, qualcuno riuscirà a fermarli?

mrPao
07-18-2014, 10:51 AM
Ariana portava la sciagura dentro. Il suo odio profondo per il genere umano e la vuotezza di sé, l’aveva sperimentata ormai in molti modi. Sentiva dentro i latrati della “bestia” che da anni la divorava dal di dentro, la dea ragno al cui altare molti comunioni empie venivano celebrate: un ghigno si disegnò sulla sua faccia arrogante e segnata dall’orrore del tempo. “Libererò i ragni cacciatore”-pensò- e questo pensiero risuonò forte e metallico nell’aria pungente del mattino.
Guardò il cielo. Uno stuolo di cavalieri vampiro, neri come l’orrore che sentiva dentro, si levò nell’aria. “ Sono come me , pensò sono come me! E io sono come loro: anche io mi nutro delle carogne degli altri, quelli che svuoto dal di dentro, quelli in cui mi nascondo perché mi diano la forma che non ho!”.
Pensava questo mentre si dirigeva verso la cima dell’anima che da anni, ormai, celebrava l’oscuro volere di ariana. anch’io come i diffusori del decadimento,distruggo i raccolti che altri pazientemente hanno piantato, che amorevolmente curano…Io sono l’agonia condivisa, io sono colei per cui suonano le campane. il mio cibo è la rabbia,il mio cibo è la vendetta, il mio cibo sono i residui della vita degli altri.
all'improvviso una immagine riflessa in una tela di seta lunare la ridestò dal rimestio dei suoi pensieri, era l’eremita della foresta oscura accorso a dare il suo supporto.
Gli eserciti della necropoli si erano ridestati dall'ossario, schierati in campo per l’ultima grande battaglia per la conquista delle cinque torri.
Ma già fuori la foresta oscura, i grifoni dei fogli della luce volavano alti.

Ysciot
07-18-2014, 01:16 PM
Vincitore! :)

A tutti i partecipanti che hanno partecipato entro l'ora stabilita è stato assegnato 1 punto RSP.


Un uomo deve pur sempre soccombere al proprio destino e i cadaveri a stento non traboccavano dai cimiteri di tutte le città della regione intorno a Homegrown. Così il consiglio di Kieran decise che per arginare la costante crescita dei corpi fosse obbligatoria la cremazione di ogni cittadino, villico o mercante non fosse stato capace di pagare il proprio peso in oro o acciaio. "Sono decisioni difficili, ognuno dovrebbe onorare i propri morti come ritiene più giusto." lo apostrofava il vecchio connestabile di Homegrown. Parole sagge, ma che non trovavano ascolto presso un generale che presto avrebbe dovuto combattere i soldati che prima comandava: un incessante scontro che da una parte avrebbe visto lui e dall'altra la grande madre Namtaru, la feroce tessitrice, colei che tra i fili del fato aveva scorto la fine dell'umanità e la loro oscura rinascita.

Contattami via PM indicandomi il tuo nickname in gioco per ricevere il premio :)