PDA

Visualizza la versione completa : Back to Basics - Della macchina del tempo



morkai79
07-30-2014, 10:38 AM
Con un po' di difficoltà arriviamo al terzo post, aumentando ulteriormente il livello della discussione. L'ultima volta abbiamo affrontato il concetto di Vantaggio Carte, come calcolarlo e perché è importante. Il tema sarà l'altra faccia della medaglia: il Vantaggio Tempo.

L'ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA
Nel post precedente siamo partiti da un'esempio abbastanza semplice. Il giocatore A giocava un minaccia e il giocatore B una risposta, finché A non finiva le carte e il giocatore B (tramite il Vantaggio Carte) ne aveva ancora per prendere il sopravvento. Ma ovviamente c'è un'altro possibile scenario: cosa succede se il A gioca DUE minacce nel suo turno, mentre il giocatore B può rispondere solo a UNA?
Questo è l'esempio più semplice di Vantaggio Tempo (VT). Se il Vantaggio Carte punta a ottimizzare la risorsa costituita dal numero di carte disponibili, il VT fa la stessa cosa con le Risorse che abbiamo a disposizione ogni turno. Tutto il vantaggio carte del mondo non serve a nulla se il giocatore non ha il tempo di tradurlo in giocate effettive.

UOVO OGGI O GALLINA DOMANI?
Il sistema più semplice per ottenere VT è giocare minacce a costo contenuto, in modo da concretizzare l'esempio precedente: due creature a costo 1 al turno 2. Ma e è importante anche considerare quanto costerà al nostro avversario rimuovere le nostre minacce. Restando nel campo degli esempi pratici, se abbiamo giocato 2 Goblin Ricognitori e l'avversario si limita a eliminarli con 2 Fulmini di Fuoco? Così non abbiamo ottenuto nessun tipo di vantaggio. Se invece il nostro avversario deve usare un Fulmine (3 risorse) per eliminare il nostro Spirito della Sorgente (2 risorse), abbiamo ottenuto un piccolo, ma forse fondamentale vantaggio.
Un buon modo per valutare questo aspetto è considerare se ci sono carte in grado di rimuovere la nostra minaccia e che costano meno. In linea di massima, se questo è vero la nostra minaccia non è adeguata ad un mazzo tempo. L'esempio classico sono i cosiddetti "ciccioni", le creature ad alto potere e ad altissimo costo, che nella stragrande maggioranza dei casi muoiono con un Mietitore di Anime. Se abbiamo pagato il nostro ciccione 6 risorse e l'avversario lo elimina spendendone 4, avrà poi 2 risorse per minacciarci a sua volta, togliendoci l'iniziativa.
Per i mazzi tempo è praticamente sempre meglio scegliere l'uovo oggi, piuttosto che la gallina domani, perché puntano a finire la partita prima che il domani arrivi.

KEEP THE REELING
Il concetto di iniziativa è un altro aspetto che vale la pea di considerare. I mazzi basati sul VT funzionano se riescono a tenere l'avversario costantemente sulla difensiva, impedendogli di reagire, quantomeno in tempo per influenzare l'esito della partita. Per questo è necessario che il mazzo sia costruito con un'altissima densità di minacce: perché dovrà proporne costantemente, a tutti i turni, possibilmente più di una per turno. Se il mazzo include rimozioni o soluzioni a strategie altrui, queste devono essere ridotte al minimo o essere carte utili anche offensivamente, come il Maniaco Infernale.

INTRODUZIONE ALLA CURVA
Questi risultati si ottengono, oltre che con la scelta delle carte in sé, costruendo il mazzo nel suo insieme secondo una Curva adeguata. Questo è un argomento che merita un
approfondimento a se, quindi per il momento ci limiteremo a dire che il mazzo dovrà avere un preciso numero di carte per ogni tipo di costo, decrescente a mano a mano che
il costo aumenta, in modo da garantirci la possibilità di sfruttare al meglio ogni singola risorsa.

LA CANDELA CHE BRUCIA DAI DUE LATI
Come dicevamo all'inizio, il VT è l'ottimizzazione delle risorse. Per questo un mazzo tempo dovrebbe sempre arrivare a spendere in maniera utile tutte le sue risorse ad ogni turno, specialmente nei primi, quelli cruciali per questa strategia. A differenza del Vantaggio Carte, il VT è difficile da recuperare un volta perduto, sia per sua stessa natura, sia perché difficilmente il mazzo avrà modo di resettare la partita come fanno invece i mazzi di controllo.
Sotto questo aspetto, i mazzi tempo possono però sfruttare opzioni non compatibili con l'idea di Vantaggio Carte. Gli effetti che rimandano una carta in mano all'avversario, ad esempio, in ottica di Vantaggio Carte sono pessimi (-1 per noi e 0 per l'avversario). Ma se esaminati sotto l'aspetto del VT sono invece ottimi: se ben piazzati possono far perdere all'avversario un intero turno solo per ripristinare la situazione precedente, e inoltre una creatura nella sua mano non lo difenderà dal nostro attacco letale.

ACCELERARE E RALLENTARE
Da ultimo, consideriamo le possibilità di "barare" sulla produzione di risorse. Oltre che ottimizzando le proprie risorse, è possibile ottenere VT "sbilanciando" il ritmo a cui queste vengono prodotte. Sia aumentando la propria produzione di risorse (es. Pila d'Oro), sia riducendo quella dell'avversario (es. Razzia). Aumentare le nostre risorse ci permette di giocare minacce di qualità e quantità superiore alle risposte che l'avversario avrà a disposizione a parità di turno, esattamente come ridurre la sua disponibilità.
Bisogna però ricordarsi che molte delle carte che ci permettono di fare ciò richiedono un investimento di risorse iniziali. Se molte fortune di questo tipo funzionano fornendo più risorse di quelle che costano, le creature di questo genere devono prima essere giocate (spendendo risorse) e solo dal turno successivo producono un effettivo guadagno. In pratica, vi rallentano prima di farvi accelerare, avvicinandosi pericolosamente al concetto di "gallina domani". Per questo l'Esattore della Decima è molto più giocato del ben più potente Tesoriere Crociato: al turno 1, per 1 risorsa, non ci sono molte altre giocate ottimali. Ma al turno 4, per 4 risorse, in molti casi vorremo fare molto di più che prenotare 2 risorse per il turno successivo.

CONCLUSIONI
Il VT, come concetto, è un po' più complicato del Vantaggio Carte, perché non è solo una questione di matematica, ma comporta la valutazione globale della situazione di gioco. Per questo non bisogna sottovalutare la difficoltà nel giocare mazzi di questo tipo, dove ogni singola mossa è cruciale. L'unico modo per imparare a volgere il VT a vostro favore è l'esperienza. Fare tanta pratica e non fermarsi al seplice risultato ma analizzare, al termine dell'incontro, se le scelte strategiche fatto hanno funzionato o meno. Provare tutte le combinazioni di giocate e imparare quali sono i loro esiti.
A differenza dei mazzi controllo, i mazzi tempo creano gioco, non reagiscono. Col tempo, dovreste sviluppare delle sequenza di giocate che sapete essere quelle massimamente efficaci e cercare di proporle il più possibile identiche ad ogni partita. Spingete al massimo il vostro gioco e lasciate che sia l'avversario a rincorrervi: questo è giocare Tempo.

Fuoco98
07-30-2014, 11:43 AM
Bellissima guida, complimenti!!! Aiuta i neofiti ad entrare nell'ottica gioco e i più esperti a riflettere. Grande!!

girolamocas
07-30-2014, 12:30 PM
Concordo: guida veramente utile a (quasi) tutti i livelli!

Ora vado a cercare quelle precedenti, visto che me le ero perse :)

loscudo13
07-30-2014, 09:35 PM
interessante analisi !