Il gioco permette di farlo perchè la DZ è come il far west, quindi ognuno può essere infame come Emiliano.
La cosa che a me non torna, anzi che non tornano perchè sono 2, sono:
1) è che il malcapitato non possa rifarsi su di lui senza diventare a sua volta traditore, il che non ha senso, lo capisce anche un bambino. Per la vittima il traditore dovrebbe rimanerlo per un lasso di tempo più lungo. Se poi è pollo alllora non ci puo fare niente nessuno.
2)Per poter diventare traditore si dovrebbe poterlo fare solo intenzionalmente, ossia non solo sparando ma premendo un tasto, il che da la possibilità di colpire un altro giocatore. Una volta che l'hai colpito con il tasto attivato, lo diventi, rogue. Si eviterebbe così un sacco di Traditori accidentali, che fanno solo una gran confusione.

Il comportamento di Emiliano è infame, ma il gioco lo consente, ed è quello che da il senso di insicurezza nella DZ., quindi ci può stare, ognuno prenda i provvedimenti del caso, ma certo è anche che all'aggredito si dovrebbe dare qualche chanche in più di potersi difendere/vendicarsi sul giocatore che lo ha attaccato. Magari, dopo essere ripartito da un area sicura, lo attacca, diventa traditore e tutti li intorno lo fanno fuori. Secondo voi ha senso?
E irritante anche quando diventi rogue accidentalmente mentre con altre squadre fai la caccia all'uomo. Questa è davvero una cavolata di proporzioni bibliche.